L’Associazione Islamica Culturale si è formalmente costituita come ente autonomo con atto pubblico del 1998. Sorta informalmente all’inizio degli anni 1990 per opera di un piccolo gruppo di immigrati provenienti dall’Egitto, l’associazione dispone nel quartiere Ostiense di un locale su due piani che riesce a ospitare – il venerdì – i circa quattrocento frequentatori (perlopiù egiziani) che affluiscono da tutta la zona Sud di Roma. Oltre che luogo di preghiera, l’Associazione Islamica Culturale – il cui responsabile è Tarek Hassan, dal 1975 cittadino italiano – si pone come punto di riferimento della comunità per l’insegnamento della religione islamica e della lingua araba ai bambini. Nella vicina Via Orso Maria Corbino, in un negozio gestito da uno degli associati, si vende carne halal.