1. Chi c’è dietro questo articolo?

Facciamo parte di un piccolo gruppo di persone di tutto il mondo che considerano la Bibbia la loro unica regola. Dopo aver dedicato parecchio tempo al suo studio, specialmente per quanto riguarda i capitoli concernenti il nostro futuro, ci siamo resi conto che dobbiamo condividere con voi ciò che abbiamo appreso. Questa conoscenza È di tale importanza che siamo disposti ad affrontare sofferenze e sacrifici, anche a costo della vita stessa, per renderle disponibili a voi. Forze potenti sono all’opera per mettere sotto silenzio queste informazioni.

2. Perché prendete la Bibbia così seriamente?

Inizialmente non prendevamo la Bibbia così seriamente, finché rimanemmo attoniti nella scoprire la sua precisione. Essa è così precisa che persino predizioni fatte migliaia di anni prima si sono avverate nel giorno esatto in cui erano state predette, e alla lettera. Questo ci ha costretti a concludere che esiste un Dio onniscente dietro la Bibbia, che non È legato dal tempo e conosce la fine sin dall’inizio.

Abbiamo anche imparato che il nostro Creatore ci ama così tanto che Egli ha preparato un posto per noi in cielo. Ad ogni modo, dato che siamo infetti della malattia del peccato e al momento presente non siamo nelle condizioni di poter vivere con Dio in cielo, Dio ha preparato una cura per la malattia del peccato.

Non avremmo preso così sul serio la Bibbia se Dio non avesse dimostrato un controllo così completo e una tale conoscenza del futuro. Questa padronanza è rivelata nel modo più chiaro in due libri: Daniele nel Vecchio Testamento e Apocalisse nel Nuovo Testamento.

Profezie realizzate della Bibbia

3. Fateci un esempio di profezia realizzata della Bibbia.

Nel libro di Daniele, capitolo 2, Dio rivela in sogno al re babilonese che, a partire dalla sua epoca fino alla fine dei tempi, il mondo avrebbe visto soltanto quattro imperi mondiali. La storia ha dimostrato che ciò che Dio aveva preordinato È poi accaduto. I quattro imperi furono Babilonia (605 a.C.-538 a.C.), la Medo-Persia (538 a.C.-331 a.C.), la Grecia (331 a.C.-168 a.C.) e Roma (168 a.C.- 476 d.C.). Egli rivelò inoltre che Roma si sarebbe suddivisa in dieci territori e che la fine sarebbe giunta all’epoca di questi territori. La storia ha dimostrato la precisione della parola di Dio: infatti, a partire dal 476 d.C., Roma è stata suddivisa in dieci nazioni da cui È poi emersa l’Europa di oggi.

Inoltre, Dio ha rivelato le caratteristiche uniche di tali imperi, come ad esempio il modo in cui sarebbero sorti e sarebbero poi caduti, e la principale caratteristica di ciascun governo. Vedere Daniele 7 e 8 . Vengono forniti così tanti dettagli che uno studioso sincero della storia e della Bibbia non può far altro che ammettere che vi è in cielo un Dio che dirige il nostro mondo.

4. Qual È lo scopo delle profezie della Bibbia?

Lo scopo della profezia è di avvertirci delle crisi future. Per esempio, Dio avvertì NoÈ del diluvio in arrivo, Abramo e Lot della distruzione delle città di Sodoma e Gomorra e disse a Mosè delle piaghe d’Egitto. Dovettero tutti obbedire agli avvertimenti per fede. Questi eventi furono registrati per insegnarci che qualsiasi cosa Dio predica, avverrà esattamente come Egli ha detto. Ne consegue che non possiamo permetterci di ignorare nessuna delle Sue profezie ancora da realizzarsi dato che esse sono degli avvertimenti che, se vi obbediamo, ci proteggeranno dalle crisi.

Perciò, le profezie della Bibbia servono un doppio scopo: imprimere nelle nostre menti l’esistenza di Dio che controlla tutti gli eventi, e avvertirci di una situazione grave.

Un avvertimento tremendo e solenne

5. Nella Bibbia c’È un avvertimento profetico che deve ancora realizzarsi?

In effetti, l’avvertimento profetico più solenne deve ancora realizzarsi. Oggi, non c’è nulla di più importante da comprendere per noi di questa profezia, poiché gli eventi stanno avvenendo in rapida successione, indicandone la sua imminente realizzazione.

6. Leggete con me l’avvertimento profetico più solenne che stia per realizzarsi.

” Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell’ira di Dio che È versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi e dell’Agnello. Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome». Qui appare la costanza dei santi, che osservano i comandamenti di Dio e la fede in Gesù. ” Apocalisse 14: 9-12.

Questo tremendo avvertimento descrive due gruppi di persone. Il primo gruppo viene avvertito di non adorare la bestia e la sua statua, atto che porta a ricevere il marchio della bestia; il secondo gruppo è invece visto positivamente poiché mantiene i comandamenti di Dio. Inoltre, la descrizione della seconda venuta di Cristo segue direttamente questo avvertimento. Ne consegue che noi sappiamo che questo È l’ultimo avvertimento dato prima della seconda venuta di Cristo.

7. Come posso evitare di adorare la bestia e la sua statua e di ricevere il suo marchio?

Buona domanda. Per poter rispondere dobbiamo prima identificare la bestia, la statua dellabestia, e il marchio della bestia. è del tutto logico presumere che Dio non ci avvertirebbe di tali entità pericolose senza aiutarci a identificarle in maniera conclusiva. Il nostro amorevole Dio non si diverte a farci degli indovinelli, quando il nostro destino È a rischio. Non sorprende quindi se troviamo una descrizione della bestia e della sua immagine nel precedente capitolo, in cui vengono date numerose chiavi per rivelare la sua identità.

Identificare la bestia

8. In che modo Bibbia descrive questa bestia?

“ 1 Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. 2 La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone. Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua potestà grande. 3 Una delle sue teste sembrò colpita a morte, ma la sua piaga mortale fu guarita.
Allora la terra intera presa d’ammirazione, andò dietro alla bestia 4 e gli uomini adorarono il drago perché aveva dato il potere alla bestia e adorarono la bestia dicendo: «Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?».
5 Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per quarantadue mesi. 6 Essa aprì la bocca per proferire bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro tutti quelli che abitano in cielo. 7 Le fu permesso di far guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione. 8 L’adorarono tutti gli abitanti della terra, il cui nome non È scritto fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello immolato.… 16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra È seicentosessantasei ” Apocalisse 13: 1-8, 16-18.

9. Il passaggio riportato sopra è pieno di simboli. Come posso capirli?

Dobbiamo permettere alla Bibbia di interpretare i propri simboli. Dovremmo aspettarci che Dio rivelasse nella Bibbia il significato di questi simboli, a nostro vantaggio. Per cui, necessitiamo di una qualche diligenza nello studio per trovare la loro interpretazione nella Bibbia. Con questo metodo, eviteremo tutte le congetture e le speculazioni umane.

La Bibbia in realtà condanna le congetture e le speculazioni umane poiché ” nessuna scrittura profetica va soggetta a privata spiegazione ” 2 Pietro 1:20. La Bibbia definisce i propri simboli. Per esempio, il libro dell’Apocalisse contiene 404 versi. Di questi 404 versi, 278 si ritrovano quasi parola per parola in altri libri della Bibbia, dove viene spiegato il loro significato.

Vi incoraggiamo quindi a fare come i Bereani della Bibbia (vedere Atti 17:10, 11) e a portare ogni insegnamento alla prova delle Scritture. Poiché chiunque studi con preghiere la Bibbia desiderando di conoscere la verità e obbedendovi, costui comprenderà le Scritture. “ Chi vuol fare la sua volontà, conoscerà se questa dottrina viene da Dio, o se io parlo da me stesso.” Giovanni 7:17.

10. Quali simboli dobbiamo spiegare per identificare la bestia e il suo marchio?

Ci sono molti simboli per la bestia: ad ogni modo, ci limiteremo a quelli necessari per identificare la bestia. Questi simboli sono ‘bestia’, ‘drago’, ‘mare’, ‘quarantadue mesi’ e ‘blasfemia’.

Bestia : Nella profezia della Bibbia, la bestia è il simbolo di un re o di un regno. “ Le quattro grandi bestie rappresentano quattro re…La quarta bestia significa che ci sarà sulla terra un quarto regno” Daniele 7:17, 23 . Con questa bestia, s’intende un regno straordinario, poiché non è soltanto fatto di potere politico ma anche di potere religioso, in quanto il popolo ‘adorava la bestia’ Apoc. 13:4.

Drago : Secondo la Bibbia, il drago è un altro nome per indicare Satana, padre delle menzogne e degli inganni, “il grande drago…colui che chiamiamo il diavolo e satana, e che seduce tutta la terra.” Ciò significa che quando Satana diede “la sua forza, il suo trono e la sua potestà grande” alla bestia, possiamo aspettarci che la bestia si comporti gli stessi modi ingannevoli e malefici di Satana. Perciò, nel comportamento della bestia ci saranno molti inganni. Apoc. 12:9; 13:2

Mare : Nella profezia della Bibbia, e il mare è il simbolo di una moltitudine di molti popoli diversi. “…Le acque …simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue”Apoc. 17:15. In questo senso, il regno straordinario o il potere sorto dal mare significa che esso viene da un luogo del mondo densamente popolato con genti di diverse nazionalità.

Quarantadue mesi : Questo periodo equivale a tre anni e mezzo (42 diviso per 12 mesi). E la Bibbia fu scritta in base al calendario ebraico, in cui ogni anno ebraico è composto da 360 giorni (30 giorni per ogni mese). Perciò, tre anni e mezzo e quarantadue mesi equivalgono entrambi a 1260 giorni. La ragione per cui stiamo cambiando i mesi nei loro equivalenti in giorni è che quando Dio fece le profezie relativa al tempo, Egli equiparò spesso i giorni con gli anni “…quaranta giorni, sconterete le vostre iniquità per quarant’anni, un anno per ogni giorno …” “ computando un giorno per ogni anno ” Numeri 14:34;Ezechiele 4:6.

Perciò, i quarantadue mesi profetici implicano un periodo di 1260 anni durante il quale alla bestia fu data “una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie ” ed essa avrebbe avuto la possibilità di “ far guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione ” Apoc. 13:5, 7. Questo significa che nel corso di questo periodo la bestia avrebbe bestemmiato, avrebbero perseguitato i Cristiani e avrebbe avuto grande autorità.

Blasfemia : Nella Bibbia, la blasfemia è definita in due modi. Il primo è quando una persona afferma di essere Dio o un Suo rappresentante. “…Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per la bestemmia e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio ” Giovanni 10:33. Così la bestia, questo potere e regno religioso-politico, ha bestemmiato Dio mettendosi al Suo posto sulla terra. Il secondo modo di commettere blasfemia consiste nel concedere assoluzioni (affermando di avere il potere di perdonare i peccati degli altri). “ Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?” Marco 2:7.

La bestia, questo potere e regno religioso-politico, ha bestemmiato Dio non soltanto prendendo il Suo posto sulla terra, ma anche affermando di possedere il rito della soluzione. Non ci si deve quindi sorprendere che la bestia abbia il “titolo blasfemo” e proferisca “ bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome ” ; questo significa che la bestia afferma di possedere poteri che sono prerogativa esclusiva di Dio. Apoc. 13:1, 6.

Nove segni chiave

Avendo permesso alla Bibbia di rivelare il significato dei propri simboli, possiamo ora evidenziare i nove segni di identificazione principali della bestia per stabilire quale potere nella storia corrisponda a queste caratteristiche. Non si tratta dei soli segni particolari di identificazione: ce ne sono molti di più nella Bibbia. Speriamo che questa raccolta di chiavi di identificazione vi porterà a ricercare nella Bibbia per scoprirne altri.

1. La bestia combina simultaneamente il potere religioso con quello politico, “[essi] adorarono la bestia…” Apoc. 13:4.

2 . La bestia è giunta al potere in un’area densamente popolata del mondo, “Vidi salire dal mare una bestia” Apoc. 13:1.

3. La bestia ha ottenuto il proprio potere e la propria autorità da Satana, perciò la sua storia deve contenere una grande quantità di inganni, “il drago le diede [alla bestia] la sua forza, e la sua dimora, e la sua grande autorità” Apoc. 13:2.

4. La bestia ha governato senza scrupoli esercitando un’egemonia (dominio) assoluta per 1260 anni. Questo periodo deve avere un punto d’inizio preciso e terminare con la ‘ferita mortale’. “ con il potere di agire per quarantadue mesi .”“ Una delle sue teste sembrò colpita a morte..” “ Le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione. ” Apoc. 13:5, 3, 7.

5. La bestia ha perseguitato i Cristiani nel corso dei 1260 anni. “Le fu permesso di far guerra contro i santi e di vincerli ” Apoc. 13:7.

6. La bestia si riprenderà completamente dalla ‘ferita mortale’ e il mondo se ne meraviglierà, “ ma la sua piaga mortale fu guarita. Allora la terra intera presa d’ammirazione, andò dietro alla bestia. ” Apoc. 13:3.

7. La bestia ha un misterioso 666 che identifica il suo ruolo e il suo nome: “ Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei .” Apoc. 13:18.

8. La bestia bestemmia affermando di essere Dio e concedendo assoluzioni (il potere di perdonare i peccati degli altri).

9. La bestia ha fatto altre affermazioni blasfeme, intraprendendo azioni che sono prerogativa esclusiva di Dio. “ Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie .” Apoc. 13:5.

Caro lettore , quale potere nella storia corrisponde a tutti questi segni di identificazione? Per chi abbia un cuore onesto, non c’è che una risposta: la Chiesa Cattolica Romana. La Chiesa Cattolica Romana è la bestia di cui Dio, nel Suo amore, ci sta avvertendo. Lo scopo di questo articolo non è di attaccare i Cattolici, ma di rivelare la verità sul sistema cattolico. Nessuno deve ritenersi offeso, ma piuttosto incoraggiato a ricercare fatti e conferme.

11. Vi preghiamo di corroborare questa conclusione con fatti e prove storiche.

Prendiamo in considerazione ciascun segno d’identificazione per vedere come la storia indichi esclusivamente la Chiesa Cattolica Romana.

1. La Chiesa Cattolica Romana combina simultaneamente il potere religioso con quello politico:

San Giovanni vide questa unione in una visione profetica relativa al quarto regno finale del mondo e lo descrisse come “ una donna seduta sopra una bestia scarlatta ” Apoc. 17:3.

Nella Bibbia, una donna è simbolo della chiesa, “ Ma come una donna è infedele al suo amante, così voi, casa di Israele, siete stati infedeli a me».
Oracolo del SIGNORE .” “Poiché io…[vi ho] promessi a un unico sposo, per presentarvi quale vergine casta a Cristo. ” Geremia 3:20; 2 Corinzi 11:2.

Inoltre, è unanimemente accettato che nella profezia la bestia sia una nazione. Anche nel mondo di oggi le nazioni sono simboleggiate da animali. Gli USA sono visti come un’aquila, la Russia viene paragonata a un orso, e la Cina porta l’immagine del drago.

Molti anni fa, Dio svelò a Daniele tutti gli imperi del mondo fino alla fine dei tempi. In una visione, Daniele vide che l’ultima bestia sarebbe stata “diversa da tutte le altre” Daniele 7:19. Ma diversa in che modo ? Secondo l’Apocalisse 17:3, come abbiamo visto poc’anzi, questa bestia (nazione) avrà una donna (chiesa) a controllarla.

C’è oggi una chiesa e uno stato che lavorano insieme come un’unica potenza riconosciuta a livello globale? L’unica entità nel mondo che abbia raggiunto ciò è la Chiesa Cattolica Romana.

Il papa cattolico di Roma è il leader religioso assoluto di oltre un miliardo di seguaci in tutto il mondo.

“Il Pontefice Romano, in qualità di successore di Pietro, è la fonte perpetua e visibile e fondamento dell’unità tra i vescovi e dell’intera comunità dei fedeli.” Concilio Vaticano II (1962-65)

“Ogni chierico deve obbedire al Papa, anche se egli comanda il male; poiché nessuno può giudicare il Papa.” Papa Innocenzo III (1198-1216)

Al tempo stesso, il papa è re di una nazione indipendente: Città del Vaticano. Il Vaticano è una nazione sovrana in miniatura, sebbene si trovi in Italia. Perciò il papato è un potere straordinario che combina sia l’aspetto religioso che quello civile.

2. La Chiesa Cattolica Romana giunse al potere in un’area densamente popolata del mondo:

Questo illustra perfettamente la Chiesa Cattolica Romana, che sorse tra le varie potenze e nazioni d’Europa.

3. La storia della Chiesa Cattolica Romana è piena d’inganni:

I Cattolici informati confermeranno prontamente le falsità che costellano la vita dei papi. Hans Kung, prete e teologo cattolico che fu anche consulente del Concilio Vaticano Secondo (1962-1965), dichiarò che già nel quinto secolo i papi “estesero decisamente il proprio potere con esplicite falsità.”The Catholic Chiesa: A Short History (tradotto da John Bowden), p. 61

Uno dei migliori esempi è il documento detto Donazione di Costantino, datato 30 Marzo 315 d.C., che la Chiesa Cattolica Romana falsificò per estendere il proprio potere e la propria autorità. Attraverso questo falso documento, nell’ottavo secolo Papa Stefano III convinse Pipino, re dei Franchi, che i territori dei Longobardi erano stati dati da Costantino alla Chiesa Cattolica Romana. Questo spinse Pipino a combattere i Longobardi e a usurpare le loro città per il papa. Nel 1440 fu dimostrato che questo documento era stato falsificato da un assistente papale chiamato Lorenzo Valla, ma nessun papa ammise mai né confesso questa falsificazione. Ancora oggi, c’è un’iscrizione nel battistero di San Giovanni in Laterano a Roma che perpetua questo documento falsificato .

Il papa invoca un nuovo ordine mondiale:

“ CITT À DEL VATICANO (AP) — Papa Giovanni Paolo II ha inaugurato il Nuovo Anno giovedì con un rinnovato appello per..la creazione di un nuovo ordine mondiale basato sul rispetto della dignità umana e dell’uguaglianza fra le nazioni.” Giovedì 1 Gennaio 2004 Inviato: 9:21 AM EST (14:21 GMT)

“La grande e preponderante caratteristica dellll’intero sistema delll’Anti-Cristo – il Nuovo ordine mondiale – è il palese inganno. Infatti gli scrittori favorevoli al Nuovo ordine mondiale si vantano dei propri inganni pianificati, poiché sono così arroganti da credere che la stragrande maggioranza della popolazione mondiale sia troppo stupida e pigra per sapere cosa sia meglio per sé. Soltanto i pianificatori del Nuovo ordine mondiale sano cos’è meglio per il mondo, e hanno stabilito che possono raggiungere i propri obiettivi soltanto tramite il deliberato inganno delle povere masse.” Bill Cooper, “Behold A Pale Horse” p. 49

4. La Chiesa Cattolica Romana regnò senza scrupoli per 1260 anni di dominio assoluto sulle altre nazioni. Questo periodo ha un chiaro punto d’inizio, e una ‘ferita mortale’ come termine:

La Chiesa Cattolica Romana ricevette la propria ferita mortale nel 1798, quando [Papa Pio VI] fu portato prigioniero in Francia alla mercé di Napoleone.

“Nel 1798, il generale Berthier fece il proprio ingresso a Roma, abolì il governo papale e ne insediò uno secolare.” Encyclopedia Britannica, edizione 1941

Avendo stabilito che la fine della profezia cade nel 1798, risalendo di 1260 anni arriviamo al 538 d.C.. Perché il papato corrisponda al segno d’identificazione, dev’essere accaduto un evento importante nel 538 d.C. che segni l’inizio del periodo di 1260 anni.

Le prove storiche rivelano che nel 533 d.C. l’imperatore romano Giustiniano riconobbe la supremazia ecclesiastica del papa come “capo” di tutte le chiese sia dell’Impero romano d’Occidente che d’Oriente. Ma fu soltanto nel 538 d.C. che il papato fu effettivamente liberato dal suo ultimo oppositore ariano, gli Ostrogoti (che a quel tempo dominavano l’Italia) e il papa poté così emergere come figura guida dell’Occidente. Così nel 538 d.C. fu pronto il palcoscenico per la graduale ma costante ascesa del papato.

“Vigilio…ascese il trono papale (538d.c.) sotto la protezione militare di Belisario.” Storia della Chiesa Cristiana, Vol. 3, p. 327

Man mano che il papato accrebbe il proprio potere, soggiogò non soltanto i propri seguaci ma anche i governanti e i re d’Europa. A tale scopo, i papi emisero diverse bolle papali per vantare la propria autorità sui re d’Europa:

“L’ufficio del papato è di scalzare re e imperatori.” J.H. Ignaz Dollinger, The Pope and the Council, (Londra), p. 35

“Temete quindi la nostra ira e i tuoni della nostra vendetta; poiché Gesù Cristo ci ha nominati [i papi] per sua bocca giudici assoluti di tutti gli uomini; e i re stessi sono sottoposti alla nostra autorità.” Papa Nicola I (858-867 d.C.)

Nella bolla di Papa Gregorio XI, datata 1372 d.C. e intitolata In Coena Domini, il papa dichiarò il dominio papale su tutto il mondo cristiano, secolare e religioso, e scomunicò tutti coloro che non obbedissero ai papi e non pagassero loro le tasse. Questa bolla papale fu confermata dai papi successivi, e nel 1568 d.C. Papa Pio V dichiarò che essa sarebbe dovuta rimanere come legge eterna.

Una dimostrazione pratica dell’affermazione di cui sopra fu il modo in cui nel 1077 d.C. Papa Gregorio VII trattò re Enrico IV, Imperatore di Germania. Quando parve che il re non riconoscesse l’autorità papale, il papa lo scomunicò e lo detronizzò. Enrico decise di fare la pace col papa e attraversò le Alpi nel pieno dell’inverno per prostrarsi di fronte a lui. Quando raggiunse il castello del papa, Enrico fu lasciato ad attendere il permesso di vedere il papa nel cortile esterno, a piedi nudi, con la testa scoperta e vestito con un abito miserabile. Al re ci vollero tre giorni di digiuno e confessione prima che il papa lo perdonasse.

Oggi, quest’affermazione di supremazia sui leader del mondo continua ad essere espressa dal papato:

“La Prima Sede [il papato di Roma] non può essere giudicata da nessuno. Soltanto il Pontefice Romano ha il diritto di giudicare…coloro che detengono i più elevati uffici di uno stato…Non vi è appello né ricorso contro una decisione o un decreto del Pontefice Romano.” Codice della Legge canonica (Paulist Press, 1985), pp. 951, 271

5. La Chiesa Cattolica Romana perseguitò i Cristiani nel 1260:

Durante questo periodo della storia (noto anche come Medioevo), la Chiesa Cattolica Romana aveva una presa molto forte sull’Europa, e ogni cittadino era obbligato ad essere un cattolico. Qualsiasi cosa che non fosse sottomissione totale al papa era punibile con la tortura o la morte. Questo portò il sistema cattolico romano a diventare una delle religioni del mondo in cui la persecuzione fu più praticata in ogni tempo, secondo quanto riportato in Vicars of Christ: the Dark Side of the papacy, di Pietro de Rosa, p. 180

“La storia registra il martirio di oltre cento milioni di personeper il solo fatto di aver professato una fede contraria alla Chiesa di Roma.” Brief Bibbia Readings , p. 16

“Dobbiamo classificare l’Inquisizione…come una delle macchie di sangue più scure della storia umana.” Will Durant, The Story of Civilization, vol. 4 , p. 78

“Che la Chiesa di Roma abbia versato più sangue innocente di qualsiasi altra istituzione mai esistita tra il genere umano non sarà contestato da alcun protestante con una conoscenza completa della storia. Non è possibile farsi un’idea completa della moltitudine delle sue vittime, ed è abbastanza certo che nessun potere d’immaginazione possa rendersi davvero conto delle loro sofferenze.” W. E. H. Leeky , History of the Rise and Influence of the Spirit of Rationalism in Europe, Vol. 2:32, edizione 1910

Nella Enciclopedia Cattolica, Vol. 12, pagina 266, il lettore troverà un lungo articolo che descrive l’autorità della Chiesa Cattolica Romana nel punire gli ‘eretici’, coloro il cui unico crimine era quello di essere cristiani fedeli alla Bibbia.

6. La Chiesa Cattolica Romana si riprenderà pienamente dalla sua ‘ferita mortale’ e il mondo intero se ne meraviglierà:

Quando Papa Pio VI morì in prigionia in Francia nel 1799, il mondo si aspettava che la Chiesa Cattolica Romana finisse. Ma Dio ci aveva detto 2000 anni fa che la bestia si sarebbe ripresa dalla sua ferita mortale. Ecco come il New York Times riportò la guarigione della bestia, il papato:

“FERITA MORTALE GUARITA: Roma, 7 Giugno. – Dalle 11 di stamattina c’è un altro stato sovrano indipendente nel mondo. A quell’ora il primo ministro Mussolini…ha scambiato col cardinale Gasparri, Segretario Papale di Stato in rappresentanza di Papa Pio XI, le ratifiche dei trattati firmati presso il Palazzo Laterano l’11 Febbraio. Con questo semplice atto, è nato lo Stato di Città del Vaticano.” NewYork Times, 7 Luglio 1929

Il San Francisco Chronicle riportò la ‘guarigione’ del papato nel modo seguente:

“Mussolini e Gasparri (Cardinale) firmano lo storico patto…Guarigione della ferita inferta molti anni fa.” The San Francisco Chronicle, July 7, 1929

Il mondo di oggi si ‘meraviglia’ del papato, come predetto dalla Bibbia?

“Il modo migliore per onorare Papa Giovanni Paolo II, davvero un grande uomo,è di prendere seriamente il suo insegnamento; è di ascoltare le sue parole e metterle in pratica qui in America. Questa è una sfida che dobbiamo accettare.” Presidente George W. Bush, 21 Marzo 2001

“Papa Giovanni Paolo II è uno dei più grandi leader spirituali e morali di questo secolo.” Billy Graham sul Saturday Evening Post, Gen-Feb. 1980

“Ammiro tremendamente Papa Giovanni XXIII. Sento che ha portato il mondo in una nuova era”. Billy Graham , Chicago Tribune, 8 Giugno 1963

“Papa Giovanni Paolo II celebra la messa all’aperto in spagnolo per milioni di persone a Città del Messico.” The New York Times, 25 Gennaio 1999

“Mercoledì sera mentre il Santo Padre camminava col vice presidente Gore lungo il tarmac …per salire a bordo della “Shepherd I” e tornare a Roma, la gente piangeva, sventolava fazzoletti e gridava: “Giovanni Paolo II, ti vogliamo bene!”…La visita del Papa a St. Louis è stata breve ma molto commovente e potente.” 28 Gennaio 1999 (EWTNews)

“Non c’è dubbio che Paolo VI, insieme a Giovanni XXIII e a Giovanni Paolo II, sarà ricordato come uno dei tre grandi Papi della Pace, pioniere di una trascendenza enorme della Chiesa Cattolica nella Nuova Era.” Robert Muller, ex Assistente del Segretario Generale delle Nazioni Unite

7. La Chiesa Cattolica Romana ha il misterioso numero 666 :

Il titolo ufficiale del papa è “Vicarius Filii Dei”, che tradotto significa “Rappresentante del Figlio di Dio”. Per confermarlo, il quotidiano cattolico Our Sunday Visitor del 18 Aprile 1915 scrisse: “La frase incisa sulla mitra papale è: ‘Vicarius Filii Dei’”. Dato che in latino certe lettere hanno valori numerici, dobbiamo soltanto sommarle per ottenere il numero 666.

8. La Chiesa Cattolica Romana bestemmia dicendo di essere Dio e di concedere assoluzioni:

“Su questa terra noi deteniamo il posto di Dio Onnipotente.” Papa Leone XIII, lettera Enciclica, Giugno 1894

“Il Papa è non solo il rappresentante di Gesù Cristo, ma egli è Gesù Cristo, nascosto sotto un velo di carne.”The Catholic National, Luglio 1895

“Ma il supremo insegnante nella Chiesa è il Pontefice Romano… [che] richiede…completasottomissione e obbedienza di volontà…come a Dio Stesso.”Papa Leone XIII, le Grandi Encicliche, p. 193

“Pare che PapaGiovanni Paolo II presieda oggi sulla Chiesa universale dal suo posto sulla croce di Cristo.” Estratto da un articolo intitolato “Auckland Bishop Says Pope Presides From the Cross” AUCKLAND, Nuova Zelanda, 20 SETT. 2004, Zenit.org

“In effetti, non si può far altro che dire che in ragione della sublimità dei loro uffici i preti sono come tanti dei.” Papa Innocenzo III

La Chiesa Cattolica Romana creò un vasto ‘mercato’ sulla terra per un genere unico di merce, per la quale non aveva concorrenti e per cui c’era una domanda insaziabile. Essa ha affermato di avere il diritto di vendere ai peccatori la grazia di Dio, il Suo libero atto di perdono. Ancora oggi questa potenza blasfemo dice di avere il potere di perdonare i peccati.

“Quest’autorità giudiziale comprenderà anche il potere di perdonare i peccati.” The Catholic Encyclopaedia Vol.12, – articolo “Pope”, p. 265

“E Dio stesso è obbligato ad adempiere al giudizio dei suoi sacerdoti e a non perdonare o perdonare, a secondo che essi concedano o meno l’assoluzione, sempre che il penitente ne sia degno.” Dignity and Duties of the Priest, p. 27, New York: Benziger Brothers, Printers to the Holy Apostolic See, 1888

9 La Chiesa Cattolica Romana ha fatto altre affermazioni blasfeme eseguendo azioni che appartengono soltanto a Dio:

Ecco alcuni esempi delle affermazioni e degli insegnamenti blasfemi della Chiesa Cattolica Romana:

“Il sacerdote ha il potere delle chiavi, o il potere di far uscire i peccatori dall’inferno, o di renderli degni del paradiso, e di trasformarli da schiavi di Satana in figli di Dio. E Dio stesso è obbligato a seguire il giudizio dei suoi preti …Il Padrone sovrano dell’universo confermando in cielo tutte le decisioni prese sulla terra.” Liguori, “Duties e Dignities of the Priest”, pp. 27, 28

“E così il prete può, sotto un certo aspetto, essere chiamato creatore del suo Creatore, dato che pronunciando le parole della consacrazione, egli crea Gesù nel suo sacramento così com’era dandogli esistenza sacramentale, e lo produce come vittima da offrire al Padre eterno…Il potere del prete è il potere della persona divina; poiché la transustazione del pane richiede tanto potere quanto la creazione del mondo.” San Bernardino da Siena

“I preti sono i salvatori del mondo.” San Geremia

Per quanto riguarda le azioni, la Chiesa Cattolica Romana ha commesso l’atto più blasfemo di tutti, alterando la legge stessa di Dio: i Dieci Comandamenti. Essa ha osato cancellare del tutto il secondo comandamento, poiché esso condannava le sue pratiche e i suoi rituali. Peggio ancora, ha cambiato il giorno dell’adorazione nel Quarto Comandamento dal Sabato alla Domenica. Ciò è stato fatto sebbene Dio diede ad Adamo questo comando perpetuo alla creazione e ce lo abbia confermato: “Non violerò il mio impegno, né altererò ciò che è passato per le mie labbra” Salmi 89:34 .

I Dieci Comandamenti sono l’unica parte della Bibbia che sia stata dettata dalla voce stessa di Dio alla presenza di una congregazione. E per assicurarsi che Mosè non sbagliasse una lettera, Dio li scrisse con Proprio dito e li passò a Mosè. “Queste parole [i Dieci Comandamenti] pronunciò il Signore parlando a tutta la vostra assemblea…e non aggiunse altro. Le scrisse su due tavole di pietra…” Deuteronomio 5:22.

Cristo sottolineò ulteriormente l’immutabilità dei Dieci Comandamenti quando disse, “ è più facile che abbiano fine il cielo e la terra, anziché cada un solo trattino della Legge. ” Luca 16:17. Il sole che splende nei cieli, la terra solida su cui vivete sono testimoni di Dio che la Sua legge è immutabile ed eterna. Sebbene essi possano passare, i precetti divini perdureranno. Cristo confermò ulteriormente: “ Non pensate che io sia venuto d.C. abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto ” Matteo 5:17 , 18.

La Chiesa Cattolica non ha vergogna di aver cambiato il giorno dell’adorazione. Anzi, si vanta di quest’azione, e la vede come ‘segno’ della propria autorità e superiorità sulle chiese e le religioni.

“Il Sabato, il giorno più conosciuto della legge, è stato trasformato nel giorno del Signore. Questo e altro non ha cessato di essere per istruzioni ricevute da Cristo, (poiché egli stesso dice che non è venuto per distruggere la legge, ma per realizzarla), ma grazie all’autorità della chiesa è stato cambiato.” Arcivescovo di Reggio, Sermone del 18-1-1562, Mansi XXIII, p. 526

“La Domenica è un’istituzione cattolica, ela sua affermazione di sacralità può essere difesa soltanto in base all’autorità cattolica…Nelle Sacre Scritture dall’inizio alla fine non troviamo una sola parola che giustifichi il trasferimento della funzione di adorazione pubblica settimanale dall’ultimo al primo giorno della settimana.” Catholic Press, Sidney, 25-8-1900

“In nessun passo della Bibbia si afferma che l’adorazione dovesse essere portata dal Sabato alla Domenica. Il fatto è che la Chiesa esisteva da secoli prima che la Bibbia fosse data al mondo.La Chiesa fece la Bibbia; la Bibbia non fece la Chiesa.” Things Catholics Are Asked About, di Martin J. Scott, ed. 1927, p. 136

“ Celebriamo la Domenica invece del Sabato poiché la Chiesa Cattolica ha trasferito la sacralità dal Sabato alla Domenica al Concilio di Laodicea dell’anno 364 d.C..” The Converts Catechism of Catholic Doctrine, da P. Geiermann, the work of Pope Pius X, 25-1-1910

Secondo la Chiesa Cattolica Romana, la ‘Domenica’ è il loro segno distintivo di autorità.

“La Domenica è il nostro marchio di autorità. La Chiesa è al di sopra della Bibbia, e il trasferimento dell’osservanza del Sabato ne è la prova.” The Catholic Record,London, Ontario, 1 Settembre 1923

“L’osservanza della Domenica da parte dei protestanti è un omaggio che essi pagano, nonostante tutto, all’ autorità della Chiesa (Cattolica).” Plain Talk About the Protestantism of Today,diMonsignor Segur, p. 213

“Ma la mente protestante non sembra rendersene conto che. . . nell’osservare la Domenica. . . essi accettano l’ autorità del portavoce della Chiesa, il papa.” Our Domenica Visitor, Catholic weekly, 5 Feb. 1950

“Ovviamente la Chiesa Cattolica afferma che il cambiamento avvenne per proprio atto… segno di potere ecclesiastico e di autorità nelle questioni religiose.” Ufficio del Cardinale Gibbons, attraverso il Cancelliere C. F. Thomas, 11 Nov. 1895

Dal soverchiante peso di queste prove, possiamo decisamente concludere che la bestia dell’Apocalisse 13 e 14 è la Chiesa Cattolica Romana, e che il suo marchio (il marchio della bestia) è l’osservanza della Domenica.

Perché questo marchio è così importante? Avete mai firmato un documento per convalidarlo o confermarne l’autenticità? Avete mai dato il vostro ‘sigillo di approvazione’ a qualcosa? Ciò è obbligatorio per qualsiasi governo. Firmando, un documento viene autenticato; ma le dichiarazioni governative devono sempre recare un marchio o sigillo ufficiale. Quali sono le caratteristiche di questi segni o sigilli governativi? Un sigillo o firma ufficiale deve includere tre caratteristiche:

Il nome del funzionario
La qualifica del funzionario
Il territorio o campo di sua autorità
Per esempio, quando il presidente degli Stati Uniti firma una legge, deve firmarla George Washington (nome), Presidente (qualifica) degli Stati Uniti d’America (territorio). Ogni documento dev’essere firmato in questo modo per essere ufficiale e legale.

Considerando il Creatore Onnipotente, ci rendiamo conto che Egli possiede un Regno nei Cieli. E il documento che contiene la legge del Suo Regno sono I Dieci Comandamenti. Guardando direttamente tra di essi troverete il sigillo del Dio vivente! “ Perché in sei giorni il SIGNORE ha fatto il cielo e la terra e il mare…” Esodo 20:11.

Notate le tre caratteristiche distinte :

Nome:IL SIGNORE ( “Io sono il Signore:questo è il mio nome” Isaia 42:8 )
Titolo:CREATORE ( “ il SIGNORE fece ” )
Territorio:CIELO E TERRA ( “Cielo e terra” )
Chiaramente, il sigillo del Creatore si trova nel comandamento del Sabato della Sua legge. Si tratta di un riconoscimento della Sua autorità come nostro Creatore. Se manteniamo il Suo Sabato, esprimiamo il fatto che Lo riconosciamo come nostro Creatore.

e opportunità di adorare Dio come nostro Creatore. Nel mantenere sacro il giorno prescelto dal Signore, proclamiamo al mondo intero che il Creatore dell’universo è nostro Dio! Il diavolo, “Lucifero” attacca il Sabato poiché vuole essere adorato in modo “uguale all’Altissimo” Isaia 14:14 . Il Creatore ricerca la vostra adorazione nel Suo santo giorno di Sabato, e Satana, cercando di essere come il Creatore, vuole che la vostra adorazione avvenga di Domenica. Chi sceglierete ?

“ Santificate i miei sabati e siano un segno fra me e voi, perché si sappia che sono io, il Signore vostro Dio .” Ezechiele 20:20.

Identicazione dell’immagine della Bestia

12. Qual è quindi l’immagine della bestia, che Dio ci sta avvertendo di non adorare ?

Per poter essere in grado di identificare l’immagine della bestia, dobbiamo prima identificare la bestia con due corna che assiste nella formazione dell’immagine della bestia:

“ Ma dopo tre giorni e mezzo, un soffio di vita procedente da Dio entrò in essi e si alzarono in piedi, con grande terrore di quelli che stavano a guardarli. 12 Allora udirono un grido possente dal cielo: «Salite quassù» e salirono al cielo in una nube sotto gli sguardi dei loro nemici…14…Così passò il secondo «guai»; ed ecco viene subito il terzo «guai». 15Il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo echeggiarono voci potenti che dicevano: «Il regno del mondo appartiene al Signore nostro e al suo Cristo: egli regnerà nei secoli dei secoli». 16 Allora i ventiquattro vegliardi seduti sui loro troni al cospetto di Dio, si prostrarono faccia a terra e adorarono Dio dicendo:
17 «Noi ti rendiamo grazie, Signore Dio onnipotente, che sei e che eri, perché hai messo mano alla tua grande potenza, e hai instaurato il tuo regno ” Apocalisse 13:11-12, 14-17.

Questa bestia a due corna ha i seguenti segni di identificazione:

1. Questa bestia sorse nel periodo in cui il papato ricevette la sua ferita mortale nel 1798, “vidi salire dalla terra un’altra bestia” Apoc. 13:11.

2. Questa bestia venne fuori della terra, opposta alla prima bestia che venne dal mare. Se il ‘mare’ rappresenta una moltitudine di popoli e nazioni, allora la ‘terra’ rappresenta una regione con pochi insediamenti sparsi. Perciò questa nazione sarebbe sorta in una regione con pochi abitanti.

3. Questa bestia ha due corna come d’agnello. Secondo la Bibbia, un corno rappresenta il potere. “Aveva corna…là si cela la sua potenza” Abacuc 3:4. Perciò questa nazione ha due poteri, distinti l’uno dall’altro. Inoltre, l’agnello è anche simbolo di Cristo; da se ne deduce che questa nazione è stata fondata su puri e nobili principi cristiani.

4. Ma questa bestia parla come un drago; una nazione ‘parla’ attraverso le proprie autorità legislative e giudiziarie. Le ‘corna come d’agnello’ e la ‘voce di drago’ indicano un contrasto stridente tra le professioni di fede pacifiche e gli atti pratici di questa nazione.

Caro lettore , di nuovo ti chiediamo, quale nazione corrisponde a questi segni d’identificazione ? Non c’è che una risposta: gli Stati Uniti d’America.

1. GliUSA nacquero verso il 1798: soltanto una nazione sorse nel periodo in cui il papato perse il potere nel 1798. Questa profezia indica direttamente gli Stati Uniti. Gli USA si organizzarono in base alla Costituzione come repubblica federale nel 1787 .

2. Gli USA sorsero in una terra scarsamente popolata: g li USA non nacquero nel Vecchio Mondo che era popolato da moltitudini brulicanti di persone, ma nel Nuovo Mondo, con i suoi relativamente pochi abitanti.

3. Gli USA hanno due poteri separati fondati su principi cristiani: gli USA hanno una forma unica di governo, in cui chiesa e stato godono di diritti garantiti dalla Costituzione. Grazie a questo sistema di governo, gli USA sono in realtà una Repubblica (un regno senza re) e Protestanti (chiesa senza papa), con entrambi i poteri completamente separati. Inoltre, le qualità simili ad un agnello fanno degli USA un rifugio per i perseguitati e gli oppressi di molte nazioni.

“Il Creatore chiede che Lo adoriate nel Suo giorno santo del Sabato, e Satana, cercando di essere come il Creatore, vuole la vostra adorazione di Domenica. Quale dei due sceglierete?”

4.Gli USA parlano come un drago: la legge fondamentale degliUSA scritta nella loro costituzione garantisce la libertà di coscienza individuale. Niente è più caro o fondamentale. Ad ogni modo, gli USA hanno già iniziato e ben presto ripudieranno ogni principio della propria Costituzione. E ciò che da un significato ancora maggiore a questo movimento è il fatto che l’oggetto principale risiede proprio nell’imposizione dell’osservanza domenicale.

Tale azione sarà direttamente contraria ai principi di questo governo, al genio delle sue istituzioni libere, alla Dichiarazione di Indipendenza e alla Costituzione. La Costituzione stabilisce che “il Congresso non approverà alcuna legge che sostenga una religione, o che ne proibisca il libero esercizio,” e che “nessuna prova religiosa sarà mai richiesta come qualifica per occupare qualsiasi funzione di carica pubblica degli Stati Uniti.”

L’incoerenza di tale azione non è maggiore a quella rappresentata nel simbolo. è la bestia dalle corna d’agnello – che si professa pura e innocente – a parlare come un drago. Basta vedere le notizie quotidiane del passato recente per confermare questa descrizione biblica.

“Ed io sostengo fortemente l’iniziativa basata sulla fede che stiamo proponendo, poiché non credo che violi la linea di separazione tra Chiesa e Stato, e ritengo che farà dell’America un posto migliore.” George W. Bush, in un riferimento ambiguo alla clausola dell’Establishment, citato da Conrad Goeringer, AANEWS #889 (28 Febbraio 2001) di American Atheists. Questa dichiarazione attacca la Carta dei Diritti della Costituzione che proibisce al nostro governo di “sostenere alcuna religione.”

“La nostra priorità è la nostra fede.” George W. Bush, Greensboro, Nord Carolina, 10 Ottobre 2000, citato da Jacob Weinberg, “The Complete Bushisms”

“Il messaggio chiaro espresso dalla nuova amministrazione è che l’America di George W. Bush è una nazione cristiana e che i non cristiani sono i benvenuti fintanto che accettano il loro status di minoranza tollerata piuttosto che di cittadini uguali di fronte alla legge.” Alan M. Dershowitz, in “Bush Starts Off by Defying the Constitution,” Los Angeles Times, 24 Gennaio 2001

Profezia che si realizzerà presto

13. è chiaro che la bestia dalle due corna sono gli USA. Ma qual è il rapporto tra gli USA e l’immagine della bestia?

Sebbene gli USA siano stati fondati su principi opposti al papato, oggi osserviamo che gli USA e il Vaticano stanno lavorando più strettamente insieme per rendere ancora più forte la loro influenza. La Bibbia ci dice che un giorno, in un futuro non troppo distante, gli USA emetteranno una legge che richiederà a tutti i propri cittadini, e quindi al mondo, di adorare la prima bestia, e cioè il papato . “Essa [USA] esercita tutto il potere della prima bestia [papato] in sua presenza, e costringe la terra [prima gli USA, poi tutto il mondo] e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia [onorare la Domenica del papato] , la cui ferita mortale [1798] era guarita [1929] …dicendo loro di erigere una statua alla bestia [duplicando il papato quando utilizzò il potere temporale per imporre il dogma religioso] , che si era ferita dalla spada ma si era riavuta.” Apoc. 13:12, 14.

Ben presto gli USA rinunceranno alla propria libertà religiosa per imporre l’osservanza domenicale (il marchio della bestia).Questo significa che le Chiese Protestanti controlleranno il governo per soddisfare i propri scopi. Quando ciò accadrà, gli USA avranno stabilito l’immagine verso la Chiesa Cattolica Romana che non era la chiesa allo stato. Quindi gli USA parleranno “come un drago” ed eserciteranno “tutto il potere della prima bestia” Apoc. 13:11, 12; essa avrà lo stesso spirito di intolleranza e persecuzione manifestata dalla prima bestia, il papato.

Perciò, con la perdita della libertà religiosa, sarà inevitabile la persecuzione delle minoranze dissenzienti, e ci sarà una ripetizione dell’intolleranza religiosa medievale: “ Le fu anche concesso di animare la statua della bestia [approvazione delle leggi sulla Domenica] …e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia [onorando il Sabato, non la Domenica]. Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia [a coloro che onorano il vero Sabato sarà proibito vendere o comprare] o il numero del suo nome …” Apoc. 13:15-17

Alcuni riceveranno il marchio “sulla fronte” poiché hanno scelto di “[credere] a una menzogna” 2 Tessalonicesi 2:11. Altri, sebbene convinti che la Domenica non sia il vero Sabato, si sottometteranno per preservare la propria vita e riceveranno così il marchio “sulla mano destra” che è un simbolo di lavoro.

14. Perché ciò sia vero, dovrebbero esserci prove che il papato stia correntemente perseguendo l’esaltazione della Domenica negli USA, e che i Protestanti degli USA (nemici storici di Roma), abbiano cambiato il proprio atteggiamento e facciano sapere di essere pronte a collaborare nell’approvazione delle leggi sulla Domenica. Ci sono queste prove?

Oggi la maggior parte dei Protestanti sono favorevoli al papato, e questo ha ringalluzzito il papato nella ricerca aggressiva della legislazione favorevole all’osservanza domenicale:

“Tutti gli americani farebbero bene a richiedere al Presidente e al Congresso di emettere una legge federale – e se necessario un emendamento alla Costituzione – per ristabilire il (falso) Sabato come Giorno di Riposo nazionale.” CATHOLIC TWIN CIRCLE , 25 Agosto 1985, Articolo “Sacking Domenica”

“In questa materia, il mio predecessore Papa Leone XIII… ha parlato del riposo domenicale come di un diritto del lavoratore che lo Stato deve garantire.” Papa Giovanni Paolo II-DIES DOMINI, 31 Maggio 1998

“Perciò…i Cristiani lotteranno naturalmente per assicurare che la legislazione civile rispetto il loro dovere di santificare la Domenica. In ogni caso, essi sono obbligati in coscienza a riposarsi la Domenica in modo che ciò consenta loro di prendere parte all’Eucaristia, astenendosi dal lavoro e dalle attività che sono incompatibili con la santificazione del Giorno del Signore…” Papa Giovanni Paolo II, DIES DOMINI, 31 Maggio 1998

“…I Cristiani [comunque] dovrebbero ricercare al riconoscimento della Domenica e dei giorni santi della Chiesa come feste nazionali .” Catechismo della Chiesa Cattolica, edizione popolare e definitiva, 2000, par. 2188

La maggior parte dei leader protestanti negli USA sono pronti a seppellire l’ascia di guerra con i Cattolici:

“Le autorità dei Protestanti americani e delle Chiese Ortodosse orientali in convegno venerdì con Papa Giovanni Paolo II hanno salutato la loro prima discussione come una pietra miliare sulla strada di una maggiore unità…L’Apoc. Donald Jones, Metodista unitario e presidente del Dipartimento di studi religiosi della University of South Carolina, ha dichiarato che si tratta del ‘più importante incontro ecumenico del secolo.’ L’Apoc. Paul A. Crow Jr., funzionario ecumenico di Indianapolis della Chiesa Cristiana (Discepoli di Cristo), l’ha definito un ‘nuovo giorno dell’ecumenismo’ che apre un futuro in cui Dio ‘ci sta riunendo.’” The Montgomery Advertiser , 12 Sett. 1987

Billy Graham : “Ho scoperto che le mie credenze sono essenzialmente le stesse dei Cattolici romani ortodossi.” McCall’s, Gennaio 1978. Egli ha anche definito PapaGiovanni Paolo II : “Il più grande leader religioso del mondo moderno.” The Saturday Evening Post, Gennaio-Febbraio 1980

Paul Crouch : “Sto togliendo la parola Protestante anche del mio vocabolario…Non sto protestando contro niente…[è] ora che i Cattolici e i non Cattolici si riuniscano come una cosa sola nello Spirito e nel Signore.” Programma “Praise the Lord”, Trinity Broadcasting Network, 17 Ott. 1989

Robert Schuller : “è giunta l’ora che i Protestanti vadano dal pastore [il papa] e dicano: “Cosa dobbiamo fare per tornare a casa?” Los Angeles Herald Examiner, 19 Settembre 1987, pagina della Religione

David Wells : “Se il Cattolicesimo dovrà diventare più cattolico in futuro, cosa che mi aspetto con il presente Papa, allora le differenze teologiche diverranno più acute, ma le nostre alleanze con i Cattolici contro la cultura secolare potranno approfondirsi. Da parte mia sono pronto per questo scambio.” Eternity Magazine, Sett. 1987

J. L. Packer : “Gli insegnamenti carismatici dei Protestanti e dei Cattolici sulla vita cristiana sono identici negli intenti e negli scopi. Non è forse significativo per il futuro cristiano?” J. I. Packer, Christianity Today, 22 Giugno 1992

Neal C. Wilson : “Nonostante sia vero che vi è stato un periodo della vita della Chiesa Avventista del Settimo Giornoin cui la congregazioneassunse un punto di vista distintamente anticattolico… quell’atteggiamento…è stato ora consegnato alla spazzatura della storia per quanto riguarda laChiesa Avventista del Settimo Giorno.” Neal C. Wilson , ex presidente degli Avventisti del Settimo Giorno, Conferenza Generale, 1974

Come evitare il marchio della bestia

15. Come posso allora evitare di ricevere il marchio della bestia?

Questa è la domanda più importante. Dio, nel Suo infinito amore, ci ha avvertiti di non adorare la bestia per non riceverne il marchio. Coloro che ricevono il marchio della bestia “berrà il vino dell’ira di Dio che è versato puro [senza pietà] nella coppa della sua ira; e saranno torturati con fuoco e zolfo…quanti adorano la bestia [onorare il papato attraverso l’osservanza della Domenica] e la sua statua [gli USA che impongono l’osservanza della Domenica] , e chiunque riceve il marchio del suo nome.” Apoc. 14:10, 11 .

Si tratta di parole molto solenni di Dio. La Sua ira è in proporzione all’offesa. Onorando la Domenica, originata da Satana attraverso il papato, vi state preparando a ricevere il marchio della bestia. Satana vuole ingannare tutti coloro che può e convincerli a onorare questo giorno falso . Per perfezionare il suo inganno, egli ha scelto la Domenica, il giorno della resurrezione di Cristo, sapendo che la maggior parte delle persone avrebbero ritenuto che l’osservanza domenicale fosse più appropriata di quella del Sabato, poi che onora la resurrezione del Cristo. Ma l’unico modo per non ricevere il marchio della bestia consiste nel rifiutarsi di onorare un giorno che non è stato scelto da Dio. L’unico giorno ordinato da Dio come santo è il Sabato; onorandolo riceverete il “sigillo del Dio vivente” Apoc. 7:2.

Se desiderate onorare la morte e la resurrezione di Cristo, la Bibbia afferma chiaramente di farlo tramite il battesimo (inversione totale). Vedere Romani 6:3-5 . Immergendovi nell’acqua (facendogli seppellire) riconoscete la Sua morte. Uscendo dall’acqua (risorgendo) riconoscete la Sua resurrezione.

16. Cosa dite dei miliardi di cristiani del passato che hanno onorato la maiuscola Domenica invece del Sabato: hanno ricevuto senza saperlo il marchio della bestia? E cosa dite dei cristiani che oggi pensano sinceramente che la Domenica sia il Sabato della Bibbia?

La maggior parte dei cristiani delle generazioni passate celebrava la domenica Domenica, pensando di onorare il Sabato della Bibbia; e oggi ci sono veri cristiani in ogni Chiesa, compresa la Chiesa Cattolica Romana, i quali ritengono che la Domenica sia il Giorno del Signore. Nessuno ha la responsabilità dei propri errori, poiché la luce non è stata portata a loro. Poiché il Signore “chiude un occhio” sul tempo della nostra ignoranza. Vedere Atti 17:30. Veniamo giudicati esclusivamente dalla luce che abbiamo avuto l’opportunità di ricevere. Ma quando sarà imposta la legge universale della Domenica, la questione sarà chiara di fronte a tutti, e allora chiunque trasgredirà il comando di Dio per obbedire a un precetto che non ha autorità superiore a quella di Roma, riceverà il marchio della bestia.

Ben presto, ogni persona si troverà di fronte a questa scelta che avrà conseguenze eterne: scegliere i comandamenti di Dio o gli ordini del papato. Da quale parte starete?

Non si può restare neutrali

17. Che m’importa, non posso lasciare che siano i religiosi a risolvere la cosa?

L’avvertimento solenne di Dio nell’Apocalisse 14 non lascia spazio per l’indifferenza. Gesù ha detto: “Chi non è con me, e contro di me” Luca 11:23. Dio divide gli uomini fra verità e la falsità. Questo avvertimento è indipendente dalla persona, dalla classe, dalla condizione o dalla religione. è indirizzato a tutta l’umanità .

Non è necessario che scegliamo deliberatamente il regno dell’oscurità per cadere sotto il suo dominio. Basta soltanto evitare di allearci con il regno della luce. Niente che riguardi la lotta eterna delle anime dovrebbe essere considerato con indifferenza. Dio aborrisce l’indifferenza nelle questioni religiose.

Cosa devo fare?

Dato che la neutralità è inaccettabile per Dio, e sapendo che per evitare di ricevere il marchio della bestia è necessario onorare il Sabato anche quando la Domenica sarà imposta per legge, pena la morte:

18. In termini pratici, quale dovrebbe essere il mio primo passo dopo aver accettato tutto quanto è riportato sopra?

Dio è ansioso di entrare in rapporto sincero con voi. Infatti, Egli desidera che tu sia Suo figlio o figlia. Pensate soltanto a che privilegio sarebbe essere figlio o figlia del Re dei Re, e Signore degli Signore. Quest’opportunità è di fronte a voi: Egli sta attendendo con ansia di benedirvi col più alto degli onori. Ecco le sue parole: “Non lasciatevi legare al giogo estraneo degli infedeli. Quale rapporto infatti ci può essere tra la giustizia e l’iniquità, o quale unione tra la luce e le tenebre? 15Quale intesa tra Cristo e Beliar, o quale collaborazione tra un fedele e un infedele? 16 Quale accordo tra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come Dio stesso ha detto: Abiterò in mezzo a loro e con loro camminerò e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo. 17 Perciò uscite di mezzo a loro e riparatevi, dice il Signore, non toccate nulla d’impuro. E io vi accoglierò, 18e sarò per voi come un padre, e voi mi sarete come figli e figlie, dice il Signore onnipotente 7:1 In possesso dunque di queste promesse, carissimi, purifichiamoci da ogni macchia della carne e dello spirito, portando a compimento la nostra santificazione, nel timore di Dio.” 2 Corinzi 6:14-18; 7:1.

Questo importante passaggio della Bibbia contiene i seguenti principi:

1. Dio non permette alcuna mistura di verità con l’errore (anche se è verità al 99%). So il mischia la verità con l’errore per massimizzare il suo inganno. Quindi, qualsiasi sistema religioso che incorpora errori (come la Domenica celebrata come Giorno del Signore) insieme alla verità non proviene da Dio . Poiché “ quale unione [ci può essere] tra la luce e le tenebre? ” “Dio è luce, e in lui non ci sono tenebre” 2 Corinzi 6:14;1 Giovanni 1:5. La verità è verità al 100% oppure non è verità. Non c’è posto per insegnamenti o tradizioni fatti dell’uomo.

“la separazione rappresenta il primo passo pratico che potete intraprendere per essere figli di Dio”

2. Il dovere di una persona che aspiri ad essere in armonia con Dio non è far parte di una Chiesa o di un sistema religioso costruito sulle fondamenta di Satana: la miscela di verità con errore. Questa separazione rappresenta il primo passo pratico che potete fare per essere figli di Dio, e unirvi a Lui come al vostro Padre amorevole.

Nel separarci, possiamo divenire figli e figlie di Dio, poiché abbiamo dimostrato di comprendere che si sono soltanto due sistemi religiose nel mondo: quello di Dio e quello di Satana, e perciò abbiamo scelto volontariamente di recidere qualsiasi legame che ci collegava al sistema religioso fondato da Satana.

3. Sapendo che, quando si lasciano i sistemi religiosi di Satana, si perdono amici, famiglia, influsso, lavoro, ecc…Dio ci rassicura: “ IO SONO l’Onnipotente.” Questo significa che Egli ci compenserà molte volte per tutto ciò che abbiamo perso. Gesù ci ha promesso: “ non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi a causa mia e a causa del vangelo, che non riceva già al presente cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e nel futuro la vita eterna .” Marco 10:29, 30.

4. Dopo aver abbandonato i sistemi religiosi di Satana, il Signore può guidarci per mezzo dell’influsso dello Spirito Santo, per purificarci e tenerci lontani dal peccato di modo che ci possa essere comunicazione aperta tra Dio e l’uomo. In ogni caso, Dio desidera che noi Gli obbediamo e che Lo serviamo, non per costrizione ma con la nostra volontà. L’amore verso Dio che scaturisce dalla gratitudine per ciò che Egli ha fatto per rendere possibile questa riconciliazione costituisce la base stessa della religione. Mettersi al Suo servizio solamente per speranza della ricompensa o timore della punizione non porterà a nulla.

Riconciliazione con Dio

19. Cos’è la ‘riconciliazione con Dio’, e perché ce n’è bisogno?

Quando Dio creò Adamo ed Eva, essi erano perfetti per carattere e inclinazione, e vivevano obbedendo alla legge di Dio. Per rendere naturale il fatto di obbedirGli, Dio impresse sui loro cuori i Dieci Comandamenti. Egli inoltre rivelò loro che la trasgressione della Sua legge è punibile con la morte. “ Il salario del peccato è la morte ” Romani 6:23.Tutti i governi richiedono leggi chiare e punizioni ben definite per la violazione di queste leggi. Basta immaginare lo stato in cui si troverebbe il mondo se le punizioni fossero abolite. Sarebbe sicuro vivere in un luogo in cui chi viola la legge non fosse soggetto a pena?

Dio rivelò la Propria legge ad Adamo ed Eva, e fece in modo che fosse naturale per loro obbedirGli imprimendogliela nel cuore . Egli non rimosse la loro libertà di scelta. Dio potrebbe aver creato l’uomo senza dargli il potere di trasgredire la Sua legge; ma in tal caso l’uomo non sarebbe stato un agente morale libero, ma soltanto un mero automa. Senza la libertà di scelta, la sua obbedienza non sarebbe stata volontaria, ma forzata.

Purtroppo, Adamo ed Eva scelsero volontariamente di disobbedire a Dio, e così il peccato creò una barriera tra l’uomo e Dio. E si divennero soggetti alla punizione della morte per aver trasgredito la legge di Dio. Dovevano morire. Inoltre, la pura inclinazione che avevano quando obbedivano a Dio fu corrotta dopo aver scelto di disobbedire alla Sua legge. I loro cuori avevano ora acquisito una tendenza più forte e tenace a disobbedire.

Di fronte alla trasgressione di Adamo ed Eva, cosa avrebbe fatto il nostro amorevole Dio? Li avrebbe lasciati entrambi a morire per aver trasgredito la Sua legge? I genitori terreni amorevoli abbandonano i propri figli dopo che questi hanno scelto di disobbedire loro? O peggio, avrebbe rimosso la punizione per la trasgressione così da compiacerli? Forse che un governo, terreno o celeste, può per durare e prosperare senza punizioni ben definite? Certo che no.

In breve, se Adamo ed Eva avessero dovuto pagare essi stessi per la propria trasgressione, ciò avrebbe portato alla fine della razza umana. Oppure se Dio avesse creato di nuovo un altro Adamo e un’altra Eva, non ci sarebbe stata alcuna garanzia che essi non scegliessero disobbedire come avevano fatto i loro predecessori, e l’intero processo si sarebbe ripetuto. Risulta quindi evidente che si doveva trovare una soluzione esterna (al di fuori del regno dei peccatori). Questo piano divino fu preparato da Dio molto tempo prima che se ne presentasse il bisogno.

La Bibbia dice che è “ il mistero nascosto da secoli e da generazioni, ma ora manifestato ai suoi santi ” Colossesi 1:26. Il piano di Dio incorporava la soluzione per riportare la razza umana di nuovo in armonia con Lui, senza minare la Sua legge o il Suo governo, poiché se Dio odia il peccato, Egli ama altrettanto fortemente il peccatore .

Questa soluzione significava che qualcun altro innocente doveva scontare la pena di morte; per questo, la sua morte sarebbe avvenuta a nome dei peccatori. Tramite la sua morte, il peccatore che credeva sarebbe stato riconciliato con Dio, come se non avesse mai peccato, e così la giustizia e l’amore di Dio per la razza umana non sarebbero state in conflitto l’una con l’altra. Senza scontare questa pena, non ci sarebbe mai stata riconciliazione tra l’uomo e Dio. E la riconciliazione è necessaria per essere in armonia con Dio e vivere in eterno nel cielo con Lui.

Inoltre, questa persona esterna che avrebbe dovuto morire a nome dei peccatori doveva mostrare all’uomo come vivere sulla terra senza peccare, così che vi fosse una riconciliazione permanente con Dio. A quale scopo infatti riconciliarsi per poi scivolare nuovamente nel peccato e aver bisogno di un’altra riconciliazione ? Ovviamente, il piano di Dio comprendeva un modo per dare all’uomo il potere di vincere il peccato! E così, nonostante tramite la trasgressione della legge di Dio Adamo avesse perso il paradiso, in obbedienza alla legge del Padre e tramite la fede nel sangue sacrificale di questa persona esterna, il paradiso può essere riconquistato.

20. Desidero riconciliarmi con Dio; voglio sconfiggere il peccato nella mia vita. Cosa devo fare come prima cosa?

Dovete ricordare due punti importanti. Per prima cosa, il cuore orgoglioso e lotta per guadagnarsi la salvezza; ma sia il vostro diritto al paradiso che la vostra idoneità alla riconciliazione sono da ricercarsi nella giustezza di questa persona esterna. Secondariamente, Dio non può fare nulla per la riconciliazione finché, convinti delle vostre debolezze e privati di ogni autosufficienza, vi sottometterete al controllo di Dio.

Ad ogni modo, la vostra domanda significa che siete già convinti del vostro peccato personale. Non siete felici di voi stessi. Il primo passo che tutti devono fare per tornare a Dio è il pentimento . “ Pentitevi dunque e cambiate vita perché siano cancellati i vostri peccati ” Atti 3:19. Ci lamentiamo spesso per il fatto che i nostri atti malefici portano spiacevoli conseguenze su di noi: ma questo non è pentimento. Il vero pentimento è più che lamentarsi del peccato. Si tratta di un voltare le spalle definitivo al male. Nessun pentimento è sincero se non lavora per il rinnovamento. Ma ad ogni modo, l’uomo può pentirsi di se stesso ? Non più di quanto egli possa perdonare o espiare se stesso . Il pentimento non è solo il dono di Dio ma è anche il suo perdono, e non può essere provato finché non viene dato all’anima.

Quando il cuore si riempie di pentimento cedendo il passo all’influsso dello Spirito di Dio, il peccatore inizia a discernere la sacralità della legge santa di Dio. Ci sarà un ardente desiderio di vivere una vita pura e santa e di essere in pace costante con Dio. E mentre lottiamo tutti i giorni per camminare più vicino a Dio, “egli si avvicinerà a voi” , e i nostri caratteri Lo rifletteranno sempre più mentre “ogni giorno [affrontiamo] la morte” del nostro vecchio peccato . Giacomo 4:8;1 Corinzi 15:31.

Vittoria sul peccato attraverso Cristo

21. Vi preghiamo di dirci qualcosa in più sull’identità di questa persona esterna; è veramente possibile attraverso di lui ottenere la vittoria sul peccato vivendo su questa terra?

C’è stata una sola persona che ha potutoadempiere pienamente a questa missione. Quella persona non era altri che il Figlio di Dio. Perché il Figlio di Dio era l’unica persona qualificata per questa missione? Poiché il Figlio è il Creatore di tutte le cose, “ Egli è immagine del Dio invisibile, generato prima di ogni creatura .” E il Figlio possiede tutte le qualità e le capacità di Dio poiché Egli è l’ “irradiazione della sua gloria.” Cristo ha la vita in Sé, e cioè egli è più che uguale a tutti gli esseri umani che siano mai darti e abbiano necessità della Sua morte sacrificale . In tal modo, il Suo sacrificio adempie alla giustizia di Dio per tutti i peccatori che accettino la sua morte sacrificale, poiché mostra la Sua misericordia e il Suo amore. Nel Figlio, “l’ impronta della sua sostanza e sostiene tutto con la potenza della sua parola.” E dato che è uguale a Dio, il Figlio è realmente l’unica persona che possa rivelare all’uomo i bellissimi attributi di Dio e riconciliarlo con Lui . Colossesi 1:15, 16; Ebrei 1:3; Salmi 85:10.

Ma perché questo accadesse, e perché si adempisse alla giustizia di Dio, il Figlio doveva prendere su di Sé la nostra natura umana decaduta, col nostro pregiudizio verso il male. “ Egli infatti non si prende cura degli angeli, ma della stirpe di Abramo si prende cura.” Soltanto con questo passo il Figlio avrebbe potuto essere il nostro perfetto esempio. “A questo infatti siete stati chiamati, poiché anche Cristo patì per voi, lasciandovi un esempio, perché ne seguiate le orme.” Da un lato, attraverso la Sua divinità Egli tocca Dio, mentre dall’altro, attraverso la Sua umanità, Egli tocca l’uomo. In questo modo, nessuno tranne il Figlio avrebbe potuto concedere questo dono prezioso della riconciliazione. “ Poiché dunque i figli hanno in comune il sangue e la carne, anch’egli [il Figlio] ne è divenuto partecipe” “…è stato Dio infatti a riconciliare a sé il mondo in Cristo” “Poiché…quand’eravamo nemici, siamo stati riconciliati con Dio per mezzo della morte del Figlio suo.” Cristo prese su di Sé la nostra natura umana con tutte le sue debolezze , ma Egli visse una vita senza peccato. è questa vita vittoriosa sul peccato che Cristo desidera infondere nelle nostre vite. Ebrei 2:16; 1 Pietro 2:21, 22; Ebrei 2:14; 2 Corinzi 5:19; Romani 5:10.

L’ideale di Dio per i Suoi figli è più elevato di qualsiasi pensiero umano . “Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste . ” “…ad immagine del Santo che vi ha chiamati, diventate santi anche voi in tutta la vostra condotta” “perché siate irreprensibili e semplici, figli di Dio immacolati in mezzo a una generazione perversa e degenere…” “Cercate…la santificazione, senza la quale nessuno vedrà mai il Signore” . Egli ci dà sempre gli strumenti. Dio non chiede nulla senza darci la possibilità di adempiere alla sua richiesta. Matteo 5:48; 1 Pietro 1:15;Filippesi 2:15; Ebrei 12:14.

“Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.”- Matteo 5:48

Nessuno potrà fallire nel raggiungere la perfezione del carattere cristiano. Tramite il sacrificio di Cristo, è stato fatto in modo che ogni credente riceva oltremisura tutto ciò di cui avrà bisogno per ottenere questo obiettivo tanto desiderato. Dio si rivolge a noi per raggiungere lo standard di perfezione e pone di fronte a noi l’esempio del carattere di Cristo. Nella Sua umanità, perfezionata da una vita di costante resistenza al male, Cristo ha dimostrato che attraverso la collaborazione con la Divinità gli esseri umani possono raggiungere la perfezione di carattere in questa vita. Questo è contenuto nella rassicurazione di Dio che anche noi possiamo ottenere la vittoria.

Siano rese grazie a Dio “ che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo! ” 1 Corinzi 15:57.

22. In che modo Cristo è stato in grado di vivere una vita senza peccato in questo mondo corrotto?

Nessun’altra vita è stata tanto costellata di lavoro e responsabilità quanto quella di Cristo; eppure quanto spesso Egli fu trovato in preghiera! Quanto costante fu la Sua comunione con Dio! Nei documenti terreni sulla Sua vita si trovano continuamente testimonianze come queste : “ Al mattino si alzò quando ancora era buio e, uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto e là pregava.” “Ma Gesù si ritirava in luoghi solitari a pregare.” “In quei giorni Gesù se ne andò sulla montagna a pregare e passò la notte in orazione . ” Marco 1:35; Luca 5:16; 6:12.

La comunicazione ininterrotta con Suo Padre era indispensabile per Cristo . E così dovrebbe essere oggi per noi. In quanto è stato uno con noi e condivideva i nostri bisogni e le nostre debolezze, Egli dipendeva pienamente da Dio, e nel luogo segreto della preghiera Egli ricercava la forza divina così da poter andare avanti con il dovere e le prove da affrontare. In un mondo di peccato,Cristo sostenne lotte e torture dell’anima. In comunione con Dio, Egli riuscì a togliersi di dosso le pene che Lo stavano schiacciando. Qui troviamo conforto e gioia. Come uomo, Egli supplicò il trono di Dio finché la Sua umanità fu carica di una corrente celeste che collegò la Sua umanità con la divinità. Attraverso la comunione continua, Egli ricevette forza per vivere una vita senza peccato. La Sua esperienza può essere la vostra.

Prima di tutto vi è la meravigliosa possibilità di essere come Cristo, obbedienti a tutti i principi della legge di Dio. Ma da soli, non siamo in grado. Questa santità si raggiunge solamente addestrandoci sempre a sottometterci agli influssi limitanti dello Spirito Santo. Il potere di possibilità di Cristo ci aiuterà a perseverare nel superare ogni fallimento. Dobbiamo pregare costantemente Cristo, poiché Egli comunicò con Suo Padre continuativamente, per aiutarci a superare la nostra debolezza implicita. Questo processo di purificarci dalle nostre debolezze è continuo. Giorno per giorno, dobbiamo collaborare con Dio esprimendo i nostri regolari sforzi per coltivare le abitudini giuste. Cristo ci concederà felicemente la forza e le benedizioni necessarie nella nostra lotta contro il male.

Fede in Cristo unita allo sforzo personale

23. State dicendo che la fede in Cristo non sostituirà i miei sforzi personali per lanciare una guerra costante contro il peccato? Non è possibile semplicemente credere in Cristo e in ciò che ha fatto per me e ciò sarà sufficiente a essere salvato?

Chiunque riceve Cristo come Salvatore personale è privilegiato dal possedere i Suoi attributi . Ad ogni modo, saranno delusi coloro che stanno attendendo di vedere un cambiamento magico nei propri caratteri senza uno sforzo determinato da parte propria di superare il peccato. Dobbiamo essere vigili, poiché altrimenti la nostra natura otterrà nuovamente la supremazia, il nemico escogiterà qualche trucco e diverremo nuovamente suoi prigionieri . Dobbiamo lavorare “ alla vostra salvezza con timore e tremore. è Dio infatti che suscita in voi il volere e l’operare secondo i suoi benevoli disegni ” Filippesi 2:12, 13.

Cristo non ci ha detto che è facile raggiungere la perfezione del carattere. Un carattere nobile e integro non si eredita. E non ci arriva per caso. Un carattere nobile lo si guadagna per mezzo dello sforzo individuale e attraverso i meriti e il potere di Cristo. Dio ci dà i talenti, i poteri della mente; noi formiamo il carattere. Esso si forma attraverso battaglie con il sé. è necessario combattere una battaglia dopo l’altra contro le tendenze ereditarie.

Dovremo criticarci strettamente da vicino, e non consentire nemmeno a un tratto sfavorevole di non essere corretto. Ciò a volte è molto doloroso e scoraggiante, poiché vediamo le distorsioni del nostro carattere e continuiamo a vederle quando invece dovremo guardare a Gesù. Ma tutti coloro che entrano nei cancelli dorati della città di Dio vi entreranno come conquistatori, e la loro più grande conquista sarà stata la conquista del sé .

Diciamo: non riesco a risolvere i miei difetti di carattere.Se si giunge a questa decisione, certamente non si riuscirà a ottenere la vita eterna. L’impossibilità risiede nella propria volontà. La reale difficoltà sorge dalla corruzione del cuore non santificato e dalla mancanza di volontà di sottoporsi al controllo di Dio.

L’obbedienza al Signore è di importanza basilare quando si cammina con Lui. Le due caratteristiche principali di un credente sono l’obbedienza alla Sua legge e la fede di Cristo. Vedere Apocalisse 14:12. Così “credere” in Cristo non è sufficiente. Se lo fosse, allora Satana stesso si guadagnerebbe il Paradiso, poiché è scritto: “ anche i demòni lo credono e tremano ” Giacomo 2:19.

Per esempio, cos’ha fatto sì che Adamo ed Eva venissero espulsi dall’Eden? Non avevano nessun problema a credere in Gesù, poiché Egli camminò con loro nella parte fresca della giornata. Vedere Genesi 3:8. Fu la disubbidienza che costò loro cara. E allora, sono le opere che ci salvano? “ Non in virtù di opere di giustizia da noi compiute, ma per sua misericordia mediante un lavacro di rigenerazione e di rinnovamento nello Spirito Santo ” Tito 3:5. Non obbediamo alla Legge per salvarci. Obbedire ai comandamenti è il frutto che Cristo disse sarebbe apparso ai Suoi seguaci.

La Legge dimostra che abbiamo bisogno di un Salvatore. Guardando alla Legge come ad uno “specchio” per il cristiano, siamo in grado di vedere i nostri difetti in modo più chiaro Vedere Giacomo 1:23-25. Questo ci fa rendere conto che non possiamo ottenere la perfezione senza Cristo. La Legge non può salvare. Può soltanto indicare la nostra necessità di un Salvatore. Per fare un esempio, se doveste cadere in una pozza di fango, stando di fronte a uno specchio vedreste il vostro sporco. Forse lo specchio potrebbe pulirvi? No, non può. Può soltanto indicarvi la necessità di ripulirvi.

24. è davvero possibile che se credo nel potere di Cristo accoppiato all’incessante guerra personale contro tutti i miei difetti personali, il mio carattere sarà perfezionato?

Gli angeli del cielo lavoreranno con chiunque ricerchi la perfezione del carattere. A tutti coloro che sono impegnati in quest’opera, Cristo dice: Io sono alla tua destra per aiutarti “poiché senza di Me [Gesù] non puoi nulla” Giovanni 15:5. Rammentate questo. Dobbiamo essere fedeli come l’ago per la spoletta di modo che nessuna tentazione ci possa corrompere. Possiamo noi non deludere mai Colui che così tanto ci ha amati e che diede la Propria vita per rimettere i nostri peccati.

Se avete fatto degli errori, otterrete certamente la vittoria se vedete questi errori e li considerate come segnali di avvertimento. In questo modo trasformate la sconfitta in vittoria, fuorviando il nemico e onorando il vostro Salvatore.Allora, man mano che la vostra volontà collabora con la volontà di Dio, essa diviene onnipotente.

Riparatori di brecce

25. Capisco ora l’importanza della comprensione di chi è la bestia, del suo marchio e della sua immagine, poiché la perfezione sarebbe impossibile se io venissi imbrogliato nel violare la Legge di Dio. Cosa posso fare adesso?

Ora sappiamo che la Domenica è il marchio del papato (la bestia), e che ben presto Satana farà in modo che sia impossibile per la gente onorare il settimo giorno sacro di riposo di Dio utilizzando gli USA per imporre le leggi della Domenica universale. Dovremmo iniziare a onorare il Sabato (addestrandoci fin tanto che i tempi sono più facili ) e condividere questa verità con gli altri così da cercare di guadagnare il massimo numero di anime possibile.

è dato il comando: “ Grida a squarciagola, non aver riguardo;
come una tromba alza la voce; dichiara al mio popolo i suoi delitti …” Non è il popolo miscredente, ma coloro che il Signore designa come “mio popolo,” che vanno corretti per le loro trasgressioni. Egli dice inoltre: “ Mi ricercano ogni giorno,
bramano di conoscere le mie vie, come un popolo che pratichi la giustizia
e non abbia abbandonato il diritto del suo Dio; mi chiedono giudizi giusti,
bramano la vicinanza di Dio ” Isaia 58:1, 2 .

Ecco una classe che pensa di sé in modo corretto, e pare manifestare un grande interesse nel servizio di Dio; ma la ferma correzione fatta da Dio li rimette a posto per aver ignorato i precetti divini.

Il profeta Isaia indica quindi quale legge sia stata dimenticata: “…Ti chiameranno riparatore di brecce…Se tratterrai il piede dal violare il sabato,
dallo sbrigare affari nel giorno a me sacro, se chiamerai il sabato delizia
e venerando il giorno sacro al Signore, se lo onorerai evitando di metterti in cammino,
di sbrigare affari e di contrattare, allora troverai la delizia nel Signore.
Io ti farò calcare le alture della terra, ti farò gustare l’eredità di Giacobbe tuo padre,
poiché la bocca del Signore ha parlato. ” Isaia 58:12-14.

Ben presto, attraverso le leggi della Domenica universale, Satana renderà un crimine l’obbedienza a Dio

Questo vale anche per voi. La violazione fu fatta nella legge di Dio quando il Sabato fu cambiato dalla Chiesa Cattolica Romana . è giunto il momento di ripristinare quell’istituto divino. La breccia dev’essere riparata. Abbiamo scelto di essere fra coloro che ripareranno la breccia. Vorreste diventare riparatori di brecce?

Volete iniziare a celebrare la sacralità del Sabato astenendovi dal lavoro, non ricercando il vostro piacere e non profferendo le vostre parole delle ore sacre del Sabato del Signore?

Dove adorare

26. Sì, sarei onorato di diventare un riparatore della breccia nella Legge di Dio. Ad ogni modo, non conosco alcuna chiesa che onori veramente il Sabato, segua soltanto la Bibbia e denunci il papato. Dove farò allora la mia adorazione?

Rassicuratevi: non siete da soli di fronte a questo dilemma. Coloro che sono coinvolti in questo progetto si sono trovati di fronte a questa stessa situazione. Abbiamo dovuto lasciare le nostre chiese una volta scoperto quanto poco e si amassero la verità. Anche le chiese che dichiarano di onorare il Sabato lo fanno solo a parole. Essi mantengono sacro il Sabato soltanto quando è possibile o comodo farlo. Quando arrivano circostanze difficili che impediscano l’osservanza del Sabato, queste chiese assolvono i propri membri dal loro dovere di mantenere sacro il Sabato. Ma la parola di Dio ci dice: “ Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini ” Atti 5:29.

Ben presto , attraverso le leggi universali sulla Domenica, Satana renderà un crimine l’obbedienza a Dio . Dobbiamo essere preparati a esser ritenuti criminali per aver mantenuto la sacralità del Suo Sabato, invece che obbedire alla legge dell’uomo . Ben presto tutti sulla terra si troveranno di fronte a questo dilemma: a chi devo obbedire, all’uomo o a Dio? Noi abbiamo scelto di obbedire a Dio indipendentemente dalle pressioni o dalle punizioni a cui saremo sottoposti, poiché stiamo cercando il regno dei cieli.

Nel frattempo, avendo lasciato tutte le chiese e le religioni opposte alla verità di Dio, abbiamo iniziato ad adorare nelle nostre case cercando di guadagnare famiglia, amici e vicini alla causa della verità, e formando piccole comunità di credenti. In questo modo possiamo realizzare la promessa di Cristo: “ se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà ” Matteo 18:20.

Noi siamo testimoni di esserci separati dalle chiese e dalle false religioni in obbedienza al comando di Dio (vedere domanda 18) e abbiamo goduto di libertà e liberazione. “ Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi ” Giovanni 8:32. Possa la nostra gioia essere anche la vostra, dalla vostra scelta di diventare figli o figlie di Dio. “ Chi sarà vittorioso erediterà questi beni.” Apoc. 21:7.

Annunci