Genesi 4:2
” Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore di pecore; Caino lavoratore della terra.”

Pace a tutti fratelli e buona domenica.

Anche oggi il Signore glorifica il Suo nome con la Sua Parola.

Questo verso della Sacra Bibbia sopracitato, sembra avere poca importanza, mentre non e’ cosi’ per i figli di Dio che sanno bene interpetrare le scritture, non secondo la logica umana, ma quello dello Spirito di Dio.

Abbiamo due fratelli, ma altresi’ due figure che rappresentano gli uni, i figli di Dio, gli altri i figli delle tenebre.

Abele, figura del servo di Dio, aveva cura del gregge, pasceva le pecore, le curava, le amava, e quando si presento’ il momento di offrire qualcosa a Dio, egli offerse il meglio :

Genesi 4:4
” Abele offrì anch’egli dei primogeniti del suo gregge e del loro grasso ” ; offre i primogeniti del suo gregge, il meglio, quelli che piu’ amava.

Caino invece era un contadino, amava la terra, la lavorava molto bene; e questo puo’ essere figura di coloro che amano tanto le cose di questo mondo, che non se ne vogliono separare, anzi si sacrificano per esse, dimenticando l’opera di Dio e dello Spirito Santo.

Venne il tempo che caino presenta la sua offerta a Dio.

Genesi 4:3
” Avvenne, dopo qualche tempo, che Caino fece un’offerta di frutti della terra al SIGNORE.”

Offrire a Dio i frutti di questa terra o di questo mondo, non gli sono graditi, egli ama l’offerta dello Spirito, non quella della mente (carne).

Tante volte alcuni, come caino, si accorgono che Dio non e’ soddisfatto delle proprie offerte, piuttosto carnali, senza cuore, offerte che aspettano un tornaconto, e come caino, rimangono turbati, irritati.

Perche’ prendersela come fece caino, con abele, cioe’ con i figlioli di Dio? Perche’ costoro non si piegano il cuore, davanti allo specchio della Parola di Dio? Perche’ non riconoscono la loro natura umana, naturale, quasi diabolica ? E poi, perche’ non si ravvedono, e come Abele servono Iddio veramente ?

Sono domande a cui vorremmo rispondere, ma anche questo problema lo vogliamo presentare ogni giorno davanti alla presenza di Dio.

Pace fratelli, vi saluto nella Pace del Signore.

Girolamo Puccio

Annunci