Salmi 121
Alzo gli occhi verso i monti…Da dove mi verrà l’aiuto?2 Il mio aiuto vien dal SIGNORE,che ha fatto il cielo e la terra.

Le montagne possono anche non esserci, forse abiti in pianura, ma quello che ci vuole dire il salmista è chiaro come la luce del sole; alziamo gli occhi, guardiamo in alto, guardiamo a colui che vive nei secoli dei secoli, non stiamo con gli occhi puntati verso le cose di questa terra, in questo mondo non possiamo trovare il vero aiuto, non possiamo trovare un vero amico, che è sempre pronto ad aiutarci costi quello che costi .

Un buon credente sa bene cosa fare nel momento del bisogno e della prova, egli non va a destra e a manca, ma punta subito lo sguardo verso Iddio, egli sa benissimo che è scritto : ” In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati ” Atti 4:12 ; quindi, come dice questo verso, nessuno sotto al cielo, ciò significa nessuno su questa terra ci può salvare perchè un nome solamente abbiamo ricevuto ” dal cielo ” per essere salvati, questo nome è Gesù il figlio di Dio, il Salvatore perfetto delle anime nostre, Colui che ha dato la sua vita per noi e ci ha riscattati da ogni peccato, liberandoci dalla morte eterna.

Il mondo presente tiene attenagliate le anime alle cose di questa vita, ai problemi della famiglia, del lavoro, della società……; ingabbiati quindi dallo ” stress ” parola ormai ben comprensibile a tutti, ci si dimentica spesso che esiste un grande Dio, un grande Signore a cui possiamo, anzi dobbiamo riporre la nostra fiducia, se ci fermiamo un attimo nel mezzo dei nostri problemi, e riflettiamo che dopotutto non è cosi’ tanto difficile superare i problemi che ci circondano non lo sono se Dio diventa la nostra confidanza, e come disse e dice la Parola di Dio attraverso Paolo apostolo ” Se Dio è con noi chi sarà contro di noi ? ” Romani 8:31

Di chi dobbiamo temere se Lui é con Noi ? Avere vera fiducia in Dio dopo tutto é il frutto di un arresa personale a Lui, se ancora confidiamo più in noi stessi che in Dio perché magari pensiamo che certe cose ce le dobbiamo sbrigare da noi, vuol dire che nella stessa proporzione ci siamo o non ci siamo arresi a Dio.

Allora in questo momento cara anima fratello e amico il consiglio della Parola ci invita a vedere se la nostra vita, nel nostro intimo confida veramente nel Signore, se veramente abbiamo deciso di umiliarci a fare la sua volontà, in caso contrario Dio ha sempre le braccia aperte verso colui che ha deciso di seguirlo, senza dubbio alcuno abbiamo tutto da guadagnare, niente da perdere, ma se qualcosa dobbiamo perdere, questa é la vecchia natura umana per dare spazio a Dio in cui vogliamo confidare lodare e glorificare per sempre.

Puccio Girolamo

Annunci